Porto Robur Costa Ravenna torna in Coppa Italia. Bonitta suona la carica: “Ritroviamo il nostro miglior volley”

Più informazioni su

Il 22 gennaio 2020, a partire dalle 20.30 a Modena, il Porto Robur Costa Ravenna sfiderà la Leo Shoes nei quarti di finale di Coppa Italia, traguardo che si sono guadagnati con il sesto posto al termine del girone d’andata. Bonitta carica i suoi: “Godiamoci questa vetrina e cerchiamo di ritrovare la nostra migliore pallavolo”.

Dopo poco più di due anni dall’ultima apparizione, Saitta e compagni tornano a cimentarsi in Coppa Italia. Una conquista ottenuta grazie ad uno splendido girone d’andata chiuso al sesto posto e che manda la Consar a giocare domani sera, alle ore 20.30, al PalaPanini il quarto di finale contro la Leo Shoes Modena, terza nel girone d’andata, nella prima di due sfide ravvicinate tra le due città capitali del volley italiano: domenica 26 si replicherà in SuperLega, sempre all’ombra della Ghirlandina. In palio la final four di Bologna del 22-23 febbraio.

Modena-Ravenna, dunque, come fu anche il primo quarto di finale disputato da Ravenna dal suo ritorno in SuperLega: il 6 gennaio 2015 Modena, all’epoca classificatosi come secondo, si impose 3-0 sulla Cmc Ravenna, settima al termine dell’andata.

Poi sono arrivate altre due esperienze per il club ravennate: il 14 dicembre 2016 l’allora Bunge perse 3-2 a Monza, mentre nell’ottobre 2017, Ravenna eliminò negli ottavi la Callipo vincendo a Vibo per 3-1 e poi si arrese nei quarti alla Lube. Nella bacheca del club c’è una Coppa Italia, vinta nella stagione 1990/91, con il Porto Volley Messaggero, dopo la vittoria sulla Mediolanum Milano nella finale di Venezia.

Il fascino della storia si mischia all’emozione della ribalta e all’importanza del match e di una competizione che non è mai stata snobbata da nessuna squadra. “Ho già parlato con i ragazzi e ho detto loro di godersi questa vetrina – sono le parole di coach Marco Bonitta – sperando di onorare nella maniera migliore quel sesto posto storico ottenuto a fine andata”.

C’è voglia di reagire e di risalire la china dopo la sconfitta di Milano in cui la Consar ha fatto il possibile per opporsi ad una scatenata Allianz. “Sappiamo di non essere nel nostro momento migliore – osserva Bonitta – ma sappiamo anche che ci vuole poco per riprendere il nostro gioco e le nostre certezze. Quindi andiamo a giocarci la partita a viso aperto, consapevoli che la partita non sarà facile, anzi sarà come quella di Milano. Speriamo di fare meglio e di onorare questo quarto di finale. Il fatto di giocare contro Modena poi anche domenica non credo che rappresenti un condizionamento o un freno. Noi vogliamo fare questa partita di domani per riprendere il nostro cammino e sperando di giocare una bella pallavolo come in tante occasioni abbiamo fatto in questa stagione”.

Più informazioni su