Le associazioni di RomagnaNotizie - Scuola & Università

Benessere Giovane, XI edizione: anche nel 2020 nelle scuole elementari di Cesena si “studia” lo sport

Più informazioni su

Anche nel 2020 gli alunni delle scuole elementari di Cesena avranno l’occasione di approcciarsi a una materia di “studio” particolarmente divertente: lo sport.
E’ ai nastri di partenza infatti la nuova edizione di Benessere Giovane, il progetto dell’associazione Benessere in Movimento che si pone l’obiettivo di creare nei ragazzi la consapevolezza dell’importanza dell’attività fisica, sia per la salute, sia come momento formativo ed educativo.

Nei suoi primi dieci anni di vita la manifestazione scaturita dall’intuizione di tre sorelle cesenati (Nicoletta, azzurra di atletica leggera, Donatella e Raffaella Tozzi, cestiste che hanno esordito anche nella massima serie) ha già visto la partecipazione di quasi diecimila bambini delle scuole primarie, riscontrando un gradimento unanime fra alunni, genitori e insegnanti.

Il “metodo” Benessere Giovane

Fin dal debutto una delle caratteristiche principali di Benessere Giovane è stata l’elevatissimo numero di partecipanti. Nel 2020 i cinque esperti istruttori dell’associazione, tutti laureati in scienze motorie, coinvolgeranno nelle attività circa 900 bambini di 40 classi del quarto e quinto anno di
tutti i circoli didattici cesenati. Nei cinque incontri svolti sotto la guida di Alessandro Coppari, Mattia Marconi, Stefania Medri, Federico Pagliarani e Bernardo Vaccari, ogni classe sperimenterà in forma di gioco l’apprendimento del giusto modo di correre, saltare e lanciare, i pilastri di tutti gli sport.

A coordinare le attività, fin dai suoi esordi, è il professor Davide Cicognani, insegnante di educazione fisica con un’esperienza trentennale alle spalle, noto anche per la sua attività di allenatore in diversi club calcistici romagnoli.

“Nell’attuale struttura della scuola italiana – spiega Cicognani – purtroppo all’educazione fisica spesso non viene attribuito il valore che meriterebbe, soprattutto nei primissimi cicli scolastici. Al contrario sono decine gli studi che dimostrano che è proprio negli anni dell’infanzia che si apprendono gli schemi motori di base e che fare sport è il miglior modo per migliorare nei ragazzi autonomia e autostima, oltre che uno straordinario strumento per favorire la
socialità. Nelle prime otto edizioni a essere protagonista delle nostre attività è stato il calcio, questa è il terzo anno in cui mettiamo al centro del nostro metodo di lavoro l’atletica leggera. Le diverse specialità di questo sport permettono a ogni ragazzo di individuare l’ambito più adatto alle proprie peculiarità fisiche, trovando soddisfazione nei risultati che raggiunge, imparando a comprendere quelli che sono i suoi punti di forza e stimolandolo a migliorare dove si trova più in difficoltà. Un valore eccezionale dal punto di vista educativo.”

La struttura organizzativa di Benessere Giovane

Un’operazione così estesa ed impegnativa richiede ovviamente una preparazione accurata e una rete organizzativa molto articolata. I primi a comprendere la valenza sociale di questa manifestazione sono stati i dirigenti di Conad Cia, l’azienda che dal 2009 è main partner dell’associazione fornendo un supporto
fondamentale per la realizzazione delle attività. Importantissimo è anche il favore con cui dirigenti scolastici e insegnanti hanno accolto fin dall’inizio la proposta di Benessere Giovane, garantendo una fattiva collaborazione che è stata uno dei punti di forza che ha portato al successo riscontrato in questi anni.

Il compito di gestire la festa finale, che si svolgerà il 4 aprile coinvolgendo tutti i ragazzi partecipanti sulla pista del campo di atletica, è affidato alla rodata macchina organizzativa dell’Atletica Endas Cesena che da tre anni si occupa di far girare al meglio gli ingranaggi dell’evento conclusivo. Uno degli scopi principali di Benessere Giovane è quello di indirizzare i più piccoli verso uno stile di vita sana e proprio in quest’ottica da quest’anno al team si è aggiunto il
Mercato Ortofrutticolo di Cesena che offrirà ai ragazzi un gustoso frutta party al termine della festa: perché fare sport fa bene, ma evitare il junk food è un abitudine imprescindibile per restare in salute.

Undici anni di Benessere Giovane

“Io e le mie sorelle spesso ci siamo confrontate – spiega Nicoletta Tozzi –su quanto fosse stato importante per noi iniziare a fare sport fin da piccole a scuola e sul fatto che i bambini di oggi non abbiano le nostre stesse opportunità. Ci siamo chieste cosa avremmo potuto fare per dare il nostro contributo e da quella chiacchierata è nato un progetto che ormai è diventato una bellissima ‘tradizione’ che mette insieme scuole, società sportive e aziende sensibili al sociale, in un’azione che non si sostituisce al ruolo delle istituzioni, ma le affianca fattivamente.

Negli ultimi dieci anni Benessere Giovane ha ricevuto riconoscimenti dalla federatletica nazionale, abbiamo avuto l’onore di ospitare durante la festa finale
Sara Simeoni, la campionessa olimpica e primatista mondiale di salto in alto, ma soprattutto è diventato un appuntamento molto atteso dai bambini e questo è
l’aspetto che ci soddisfa di più.”

Più informazioni su