Conad Olimpia Teodora Ravenna perde male a Soverato. Partita da dimenticare

Più informazioni su

Serata storta per la Conad Olimpia Teodora che torna da Soverato con una sonora sconfitta per 3-0 e una prestazione da dimenticare in fretta. Le ravennati non riescono a opporsi alle padrone di casa, che controllano il match fin dalla metà del primo set e non si guardano più indietro, portando a casa i tre punti.

Al fischio d’inizio coach Bendandi sceglie la coppia di centrali formata da Assirelli e Torcolacci, in campo con Morello, Piva, Guasti, Kavalenka e Rocchi libero. L’ace di Torcolacci vale il momentaneo vantaggio sul 4-6 ospite, ma Soverato sorpassa sull’8-7 e pian piano allunga, prima sull’11-9, poi fino al 15-11 grazie a due ace di Schields. L’ace di Piva illude la Conad sul 15-13, ma un altro parzialone calabrese (6-0) chiuso dall’ace di Cipriani e dal muro di Mason per il 21-13 decide il primo set, che le padrone di casa concludono al terzo tentativo per 25-18.

Nella seconda frazione Soverato si porta subito avanti 2-0 e allunga sull’8-4. Le ravennati non riescono a reagire e vengono doppiate ancora sul 10-5, poi Mason con l’ace firma il 13-6. Le padrone di casa toccano il 15-7 e la Conad prova a ricucire prima con Piva, che realizza l’attacco e l’ace per il 16-10, poi con le neo entrate Guidi e Bernabè, che mette a terra il punto del 17-13. Ravenna resta a contatto fino al 21-16, ma non riesce nell’aggancio e cede nuovamente per 25-18 sull’attacco dell’ex Lotti.

Ravenna prova la reazione in avvio di terzo set, con due punti di Piva e il muro di Torcolacci a realizzare lo 0-3, ma Soverato pareggia subito e sorpassa fino al 6-4, firmato con l’ace da Shields. Due attacchi di Kavalenka e il muro di Monaco valgono il contro-sorpasso sull’7-8 e la Conad trova anche il mini break del 11-13 ancora con Kavalenka, ma ancora una volta le padrone di casa non lasciano spazio alle ravennati. Soverato si riporta in vantaggio 14-13, le ospiti rimettono la testa avanti con due attacchi di Piva (17-18), ma nel finale di set 5 punti di Lotti permettono alle calabresi di volare sul 23-20, prima che Shields chiuda i conti sul definitivo 25-22.

“Da parte mia mi assumo le mie responsabilità per questa sconfitta  – commenta amaro Coach Simone Bendandi –, ma purtoppo quest’oggi la squadra è indifendibile perché siamo stati letteralmente vergognosi. Bisogna che le ragazze decidano cosa stanno cercando nel loro percorso personale perché si tratta davvero di grinta e di aver voglia di mettere in difficoltà l’avversario, portando in campo tutto quello che viene fatto in palestra a livello di mentalità, ancor prima che tecnica o tattica. Nelle ultime partite siamo regrediti e sta mancando proprio la qualità, perché non è pensabile poter affrontare delle partite con questo tipo di atteggiamento. Io e il mio staff siamo spiazzati di fronte alla differenza tra le situazioni di allenamento e quelle di partita. Purtroppo oggi ci siamo giocati una bella fetta di quello che avevamo cotruito nel girone di andata”.

Volley Soverato – Conad Olimpia Teodora Ravenna 3-0 (25-18, 25-18, 25-22)

Soverato: Mason 11, Lotti 12, Shields 14, Piacentini 2, Bortoli 2, Meli 4, Barbagallo (L); Cipriani 1, Salimbeni, Bianchini, Ferrario 1. N.e.: Nardelli. All.:Bruno Napolitano. Ass.: Diego Boschini. Muri 4, ace 6, battute sbagliate 5, errori ricez. 3, ricez. pos 46%, ricez. perf 7%, errori attacco 2, attacco 42%.

Ravenna: Morello, Piva 16, Assirelli 4, Torcolacci 12, Guasti 2, Kavalenka 9, Rocchi (L); Poggi, Bernabè 2, Monaco 2, Guidi 1. N.e.: Giovanna. All.: Simone Bendandi. Ass.: Dominico Speck. Muri 6, ace 3, battute sbagliate 13, errori ricez. 6, ricez. pos 40%, ricez. perf 21%, errori attacco 10, attacco 36%.

Arbitri: Christian Palumbo e Antonio Gaetano.

Più informazioni su