A Cesena vince Annemiek Van Vleuten e si prende la Maglia Rosa

Più informazioni su

A Cesena Annemiek van Vleuten (MOVISTAR TEAM WOMEN) si aggiudica la prima sfida per scalatrici: l’atleta olandese, fra le favorite alla vigilia, si è aggiudicata la quarta tappa del Giro Donne 2022, la Cesena – Cesena, lunga 120,9 km, con il tempo di 3:13:13. Alle sue spalle Mavi Garcia Cañellas (UAE TEAM ADQ), nuova Maglia Verde, e Marta Cavalli (FDJ NOUVELLE-AQUITAINE FUTUROSCOPE), terza a 43’’ di ritardo e nuova Maglia Azzurra. La loro fuga è partita dal km 73. La Maglia Ciclamino resta a Elisa Balsamo (TREK SEGAFREDO), mentre la Maglia Bianca va a Niamh Fisher-Black (SD WORX).

Annemiek van Vleuten, classe 1982, già vincitrice di 2 Giri Donne (2018 e 2019), porta a quota 12 le tappe in totale vinte nella competizione. 4 italiane nella top 10: oltre a Marta Cavalli, quarta Silvia Persico (VALCAR TRAVEL & SERVICE), sesta Elisa Longo Borghini (TREK SEGAFREDO) e ottava Erica Magnaldi (UAE TEAM ADQ).

La dichiarazione della vincitrice di tappa, Annemiek van Vleuten: “È bellissimo tornare al Giro. L’anno scorso è stato doloroso non partecipare, perché stavo preparando le Olimpiadi ed è altrettanto bello vincere con la maglia del mio nuovo team, Movistar, è una nuova sfida. Ora prendo le prossime tappe giorno per giorno, meglio non fare piani. Sapevo di poter dire la mia in questa tappa molto difficile, anche se quando ho visto i percorsi ho pensato che non sarebbe stata questa la tappa di cui aver paura. Penso sia stata una bellissima gara, anche per i telespettatori davanti alla tv”.

Evita Muzic (FDJ NOUVELLE-AQUITAINE FUTUROSCOPE) ha conquistato il primo Gran Premio della Montagna di Categoria 3 a Bertinoro a quota 217 metri, al km 39,1, mentre Mavi Garcia Cañellas (UAE TEAM ADQ) si è aggiudicata sia il GPM di Categoria 2 a Colle del Barbotto al km 74,2 a quota 515 metri sia il GMP di categoria 3 a Monteleone al km 97,5 a quota 355. Al km 28 l’allungo di Franziska Brauße (CERATIZIT – WNT PRO CYCLING TEAM) le è valso al km 34,8 il Traguardo Volante a Bertinoro.

Ritirata Wilma Olausson (UNO-X PRO CYCLING TEAM)

Domani, martedì 5 luglio terminano le sfide in Emilia-Romagna con i 126,1 km della “Carpi – Reggio Emilia”. Una gara dedicata alle velociste, la più lunga di questa edizione, che parte alle 11:00 e tocca i comuni di Campogalliano, San Martino in Rio, Correggio, Campagnola Emilia e Poviglio, con un traguardo volante al km 63.6, senza incontrare pendii. Al km 80 la pianura si interrompe e inizia una salita che conduce ai primi rilievi appenninici verso Bibbiano, Montecavolo, Albinea e Fogliano, prima di entrare a Reggio Emilia e tagliare il traguardo posizionato a fianco del Parco del Popolo. La tappa corre così tra i centri medio-piccoli dell’Emilia, attraversando gli estesi terreni coltivati che danno vita alla grande tradizione enogastronomica della Regione. L’arrivo è previsto approssimativamente per le 14:15.

Più informazioni su